Il cognome Bessome: araldica, blasone e stemma

Se il vostro cognome è Bessome, sicuramente in più di un'occasione vi sarete interrogati sull'araldica del cognome Bessome. Allo stesso modo, potresti essere interessato se il cognome Bessome appartiene a un tuo parente o a qualcuno molto importante per te. L'araldica dei cognomi è un mondo affascinante che ancora oggi attira molta attenzione, ed è per questo che sempre più persone chiedono informazioni sull'araldica del cognome Bessome.

L'araldica di Bessome, un argomento complicato

A volte può essere molto confuso cercare di spiegare come funziona l'araldica dei cognomi, tuttavia, cercheremo di spiegare l'araldica del cognome Bessome nel modo più semplice possibile. Noi raccomandiamo che per capire meglio tutto quello che stiamo per dirvi sull'araldica del cognome Bessome, se siete totalmente estranei all'argomento di come sono nati gli stemmi e l'araldica, dovreste andare alla nostra pagina principale e leggere la spiegazione generale che vi diamo lì, in modo da poter apprezzare meglio tutto quello che abbiamo compilato sull'araldica del cognome Bessome per voi.

Stemma, stemma e araldica di Bessome

Allo stesso modo, e per rendere le cose più facili, dato che capiamo che la maggior parte delle persone che cercano informazioni sull'araldica del cognome Bessome sono particolarmente interessate allo stemma del cognome Bessome, la sua composizione, il significato dei suoi elementi e se ci sono diversi stemmi per il cognome Bessome, così come qualsiasi altra cosa che può avere a che fare con lo stemma del cognome Bessome; ci siamo presi la libertà di essere flessibili e di usare le parole araldica e stemma in modo intercambiabile quando ci si riferisce allo stemma di Bessome.

Contributi all'araldica del cognome Bessome

Speriamo che la flessibilità riguardante lo stemma del cognome Bessome non sia presa come una mancanza di serietà da parte nostra, dato che siamo costantemente alla ricerca per poter offrire le informazioni più rigorose possibili sugli stemmi Bessome. Tuttavia, se avete maggiori informazioni sull'araldica di Bessome, o notate un errore che deve essere corretto, fatecelo sapere in modo che possiamo avere la più grande e migliore informazione sulla rete circa lo stemma di Bessome, spiegato in modo semplice e facile.

  • Angrelura - 1. Nome che riceve, secondo alcuni autori, a La Filiera e altri pezzi in un sballato Anglelada. (V. Filiera).
  • Capo in capo - 1. Triangolo Curvilíneo che ha il suo vertice al centro dello scudo e la sua base nella parte superiore di esso.
  • Cipresso - 1. Albero che è dipinto con il tronco dritto e la tazza conica finita in punta.
  • Corna - 1. Si dice che una specie di tronco o corno di caccia di dimensioni ridotte fatte del corno di un animale bovino.
  • Corona di delfina di Francia - 1. Si differenzia dal Royal di Francia avendo al posto di otto fasce per la testa, quattro delfini, le cui code unite sono chiuse da un doppio fiore di LIS.
  • Dredger - 1. Figura che è rappresentata da un drago o una testa di leone di solito con una bocca aperta, inghiottendo o mordendo una bandiera, un pezzo o una figura. Figura ampiamente usata nell'araldica spagnola.
  • Maniero - 1. Territorio soggetto al dominio del Signore o della signora e uguale all'amministrazione di uno di essi.
  • sfollato - 1. Termine usato per designare il pezzo di cui la metà della lunghezza si sposta sul lato a mani destra, sinistra verso il boss o la punta dello scudo. Mantieni il contatto solo con l'altra metà per un punto e la cintura. Se la linea di separazione
  • Stick-Semibanda - 1. È il risultato dell'Unione e della metà inferiore della banda.
  • Stigma - 1. segnale o marchio nel corpo umano. È rappresentato sotto forma di un dolore sanguinante, che simboleggia le piaghe dei piedi, le mani e il lato di Gesù Cristo.
  • Tortillo Bezante - 1. Detto della Bezante quando sembra tagliato, festa, trchado o fetta di colore e metallo, a condizione che appaia per primo. Chiamato anche tortillo-beza.
  • Vídamo - 1. avvocato ecclesiastico nominato dal re di Francia, che successivamente passò all'uomo laico con l'obbligo di difendere i beni ecclesiastici.